• novembre: 2017
    L M M G V S D
    « Apr    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
  • Facebook

  • Twitter

    Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Alien Frontiers

Premessa

Alien Frontiers appartiene alla categoria di giochi gestionali in cui le risorse iniziali disponibili ogni turno per il giocatore sono in realtà determinate dal lancio dei dadi. Da Kingsburg al più recente Troyes, passando per il bellissimo Alea Iacta Est, il genere sta riscuotendo davvero un grande successo. Primo gioco per Tory Niemannn e primo gioco di rilievo per la Clever Mojo Games tanto è vero che presto vedremo una nuova edizione targata Ystari Games con le regole anche in Italiano. Il gioco, pur ereditando idee e concetti da alcuni di questi titoli è in realtà sufficientemente originale ed innovativo.

Ambientazione

I giocatori controllano le fazioni impegnate a contendersi il controllo del pianta. I dadi rappresentano le astronavi della flotta che ogni turno dovranno essere impegnate per ottenere le risorse che servono per costruire le colonie e insediarle su pianeta. Ogni giocatore dispone di 3 astronavi ma può arrivare a controllarne fino a 6.
La mappa di gioco rappresenta il pianeta (al centro) diviso in 8 regioni, la luna e le installazioni orbitali. C’è poi il mazzo delle carte Tecnologia Aliena di cui cui tre sono sempre rivelate e disponibili.

Il gioco

Alien Frontiers è un gioco di gestione risorse. Occorre utilizzare al meglio la propria flotta per ottenere il carburante e i metalli necessari a costruire colonie da insediare sul pianeta. Ogni colonia conferisce un punto vittoria e il controllo di un’area del pianeta un punto aggiuntivo. Controllare il territorio con il Campo di forza Positronico regala infine un punto aggiuntivo. Dato che la partita termina nel momento in cui un giocatore costruisce la sua ultima colonia (la sesta in partite a 4 giocatori, settima e ottava rispettivamente in partite con 3 o 2 giocatori) e i territori sul pianeta sono solo otto, di solito le partite sono molto serrate e si vince (in una partita con 4 giocatori) con 8-10 punti.

Leggi la recensione completa su www.goblins.net

Annunci

Galaxy Trucker su Il Tredicesimo Cavaliere

Continua la mia collaborazione con “Il Tredicesimo cavaliere“, il bellissimo Blog a tema scientifico di Roberto.

In questo articolo presento Galaxy Trucker

La Corporation Incorporated era un’azienda interstellare che si occupava della costruzione di sistemi di fognature ed alloggi a basso costo nei pianeti meno sviluppati della galassia, finché il suo Presidente non ebbe la geniale idea di sfruttare i materiali stessi con cui erano costruite le astronavi per soddisfare le necessità dei pianeti periferici.

In Galaxy Trucker i giocatori dovranno fare a gara per costruire un’astronave nel minor tempo possibile, guidarla nello spazio ed essere i primi a recuperare e consegnare il carico.

Leggi l’articolo completo su “Il Tredicesimo Cavaliere”

Gioca con Liga: i giochi del decennio. Puntata 1

Target Earth su ILSA #10

“Anno 2030. Centinaia di dischi volanti provenienti dallo Spazio Siderale circondano improvvisamente il nostro pianeta. L’invasione aliena è iniziata. Utilizzando la costrizione, l’intimidazione e il terrore, con il supporto di tecnologie avanzate, gli alieni ottengono un iniziale successo.
Molti stati soccombono o si schierano con gli alieni, convinti della superiorità degli invasori. Gli alieni costruiscono basi in queste regioni, controllando il loro territorio e reprimendo ogni indizio di resistenza”.
Queste sono le premesse di Target Earth, nuovo gioco semicooperativo edito dalla Gen-X Games, la casa spagnola che ha segnato il mondo dei giochi con 2 de Mayo e Luna Llena. Si tratta del primo gioco di Jacobo Cagigal e, secondo me, di un ottimo debutto in società.

Leggi la recensione completa su ILSA#10

Dakota su ILSA #10

Le vicende del vecchio West e la lotta tra indiani e cowboy è un tema di grande fascino e di interminabile attualità, che può essere letto ed interpretato a vari livelli. La civiltà bianca che avanza e conquista le praterie, portando ricchezza e benessere, si scontra con la grande tradizione indiana di rispetto e comunione con la natura. Ci sono
le lotte intestine tra le diverse tribù indiane fomentate anche dalle armi da fuoco e dall’alcool portato dai visi pallidi; ci sono le lotte interne di potere tra le varie nazioni europee e gli interessi economici dei ricchi investitori.

Leggi la recensione completa su ILSA #10

Bugs su ILSA #10

Cosa succede se uno sciame di insetti cerca di invadere il vostro giardino ? Al di là di prendere misure estreme qual il disinfestante forse la soluzione migliore è quella di mandare lo sciame nel giardino del proprio vicino … e se nel farlo si tira dietro qualche fastidioso animaletto che dimorava tra le vostre rose, tanto meglio!
Questa è la suggestiva ambientazione di Bugs, uno dei nuovi titoli della Valley Games, ditta che stupì il mondo ludico qualche anno fa con la pubblicazione di Container (gioco secondo me alla fine, purtroppo, al di sotto delle aspettative) e con la presenza di Miss Canada al loro stand ad Essen

Leggi la recensione completa su ILSA #10

7 Wonders su ILSA #10

Tutti gli anni ad Essen salta fuori un gioco che scuote il mondo dei giocatori gettandoli in una sorta di spasmodica attesa, scatenando fenomeni curiosi di fanatismo pre-fiera: preordini spropositati, file per accaparrarsi l’ultima copia, preview che acclamano “Questo è il nuovo Purto Rico”.
Spesso tutto si traduce in un fuoco di paglia come è stato per Duck Dealer o Kronos, titoli presto dimenticati o che veleggiano nel grande gruppo di giochi validi ma non eccezionali. Altre volte invece ci si trova di fronte a titoli di assoluta originalità e robustezza come è stato per Dominion o Agricola. Quest’anno la “follia collettiva” si è scatenata attorno a 7 Wonders. Le 777 copie in edizione speciale sono andate tutte esaurite in preordine.

Leggi tutta la recensione su ILSA #10